7.3.07

 

Lorenza Colicigno. Canzone lunga e terribile 

[poesia -25]

............................................................Esordio
Per Ester *
Ti cerco a tratti come un sogno, oggi,
più vero dei miei veri affanni quotidiani,
mentre bella, leggera governi
il tuo ultimo estremo volontario volo,
gazzella oltre gli steccati del sesso,
rondine oltre i monti impervi delle ideologie,
acrobata nell’universo, afferrata per sempre
al tuo sogno grande
di donna, di femmina che domina
il tuo progetto di vita,
fino all’estremo impatto con la morte.

Ti cerco -mentre riemergi con tutto l’impeto tuo,
di idee di scelte di parole di azioni come un turbine
benefico dentro la mia coscienza – nelle tue parole estreme,
enigma ultimo per me,
indago nel ricordo inquieto della tua voce
atonale, d’un’altra ormai,
saldo con profonda pena questa tua voce
-il tuo addio- anello
Solido alla catena solidale delle tante
innumerevoli voci di donne che scavano
la loro vita in un solco di solitudine
-consapevoli- per sé e per tutte.

Come un estremo dono ne raccolgo
l’eco, dentro il solco della mia dignità
di donna, di femmina che tenta
il dominio del suo progetto di vita.

Per te per tutte.

(Coro)

Siamo in porto Isabella
nessun poeta modella più poete.

*Ester Scardaccione, avvocata, Presidente della Commissione Pari Opportunità di Basilicata dal 1995 al 1997, anno della sua morte.

8 marzo 2007, a una donna per tutte le donne

Il testo "Per Ester" è tratto dalla silloge "Canzone lunga e terribile" di Lorenza Colicigno, Nemapress Editrice, 2003.
8Articolo correlato Isabella e le altre... in LucaniArt Sguardi

Etichette: ,

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home

Statistiche sito,contatore visite, counter web invisibile